L’OPPO R5, R5s e R7 Plus si aggiornano ad Android 7.1 grazie alla CyanogenMod 14.1

1
1 dicembre 2016 at 13:50  •  Posted in Modding, R5, R7 Plus by  •  1 Comment

Questo è stato un anno molto florido per OPPO visto gli ottimi risultati finanziari ottenuti grazie ai suoi smartphone “di punta”, quali l’R9 e l’R9S, che le hanno permesso di ottenere una buona posizione all’interno del mercato degli smartphone, soprattutto in quello asiatico. Quest’ultimi, però, non sono gli unici smartphone che hanno caratterizzato questo 2016 ma ce ne sono anche molti altri, come l’OPPO A57 appena presentato, che anche se di minor rilevanza hanno comunque influito sul risultato finale.

Tutti questi device, essendo di ultima generazione, dispongono della nuova interfaccia utente proprietaria della società, la ColorOS 3.0, alcune delle quali aggiornate anche ad Android 6.0.1 Marshmallow. Tuttavia, come ormai da tradizione OPPO, i device delle precedenti generazioni vengono abbandonati del tutto dopo averli “aggiornati” per un paio di mesi con il conseguente risultato che ci sono smartphone di appena un anno fa che possiedono ancora la prima versione di Android Lollipop (5.0.2) o addirittura KitKat! Però, a tutti coloro che sono in questa situazione, non demoralizzatevi in quanto ci sono sempre le custom ROM che possono “modernizzare” il vostro dispositivo e ridargli nuova vita. Nello specifico per chi possiede un R5, un R5S o un R7 Plus internazionale (identificato dalla lettera f) ci sono delle ottime notizie, in quanto da oggi è disponibile al download la CyanogenMod 14.1 grazie a cui è possibile aggiornare il proprio smartphone all’ultima distribuzione di Android 7.1.1 Nougat.

Trattandosi di una custom ROM ai suoi primi stadi di vita non aspettatevi chissà cosa ma sappiate che funziona egregiamente e non ci sono problemi di rilievo (testato su R7 Plus). Certo, ci sono alcuni sporadici force close di app e piccoli bug qua e là dovuti ad un sistema ancora acerbo e non troverete fin da subito tutte le feature che hanno caratterizzato la CyanogenMod fino ad oggi, tuttavia in compenso ce ne sono alcune di nuove (come un nuovo menu dei tasti software molto più ricco e personalizzabile o l’ampliamento delle funzionalità assegnabili ai tasti software) ma anche la soppressione di alcune di vecchia data che vengono sostituite da quelle già integrate nella versione Android stock (per esempio, il ridimensionamento del testo e della UI in generale). Poi, inutile dire che troviamo tutte le feature che caratterizzano Android 7.1.1 Nougat quali lo split screen (multi-windows), la nuova e migliorata tendina delle notifiche con tanto di risposta rapida e le azioni rapide (scorciatoie) con la pressione prolungata sulle icone delle app (attualmente solo con launcher alternativo). Infine, troviamo anche alcune delle applicazioni predefinite della CyanogenMod come ad esempio la Snap Camera, AudioFX e Gello, mentre manca all’appello il Theme Engine ma in poco tempo sarà reintegrato a tutti gli effetti.

Nel caso fosse interessati a tale custom ROM e voleste provarla anche sul vostro smartphone, di seguito troverete il link per effettuare il download della Nightly per i tre dispositivi sopracitati e vi ricordiamo che bisogna installare una custom recovery (TWRP) e che bisogna flashare anche il pacchetto delle GApps altrimenti non potrete utilizzare il Play Store e tutti i relativi servizi di Google.

CyanogenMod 14.1 per OPPO R5/R5S

CyanogenMod 14.1 per OPPO R7 Plus

OpenGApps (ARM64 > 7.1)

One Comment

  1. Fabio / 12 gennaio 2017 at 0:42 / Rispondi

    Certo che almeno un aggiornamento OTA si poteva fare. Nemmeno uno di casa Oppo in 1 anno e mezzo. Mai più oppo, ottima qualità con morte programmata purtroppo.
    Non tutti sono in grado o riescono ad installare queste custom ROM con grande facilità senza rischiare di far danno.
    Rovinato da project spectrum, era meglio la color OS che viaggiava su KitKat, non capisco come mai Oppo non riesca ad aggiornare i propri prodotti con nuove color OS su tutti i suoi prodotti e non solo sugli ultimi modelli di “ultima generazione”; meglio altri prodotti a sto punto, delusione.

Leave a Reply